ECOS organizza a Roma un incontro con strutture e operatori

La European Culture and Sport Organization organizza un incontro operativo con tutte le strutture e gli operatori dei ragazzi che partecipano al progetto Nazionale Italiana Crazy For Football: l’incontro si svolgerà il giorno 5 febbraio a Roma, presso la Sala Giunta del CONI, in via largo de Bosis, dalle ore 11 alle ore 14.

In questa fase, ECOS intende strutturare  un dialogo ed un confronto con gli operatori, i medici e gli assistenti sociali che seguono quotidianamente i ragazzi che partecipano al progetto, al fine di creare un percorso comune di interazione e scambio informazioni rilevanti, utili a migliorare l’attività riabilitativa.

L’invito è aperto anche agli operatori che intendono proporre nuovi ragazzi che potranno far parte della Nazionale, visto che il CT Enrico Zanchini sta ridefinendo la rosa verso il prossimo Campionato del Mondo in Perù.

L’iniziativa si colloca nell’ambito del progetto Europeo SPHERE  (www.ecos-europe.com/sphere) promosso da ECOS e da un consorzio internazionale, con l’obiettivo di definire un protocollo guida affinchè lo sport abbia un ruolo sempre maggiore ed incisivo nei percorsi di riabilitazione psichiatrica. La Nazionale “Crazy For Football” è stata selezionata come caso studio e progetto pilota insieme ad altri progetti che si realizzeranno in  quattro paesi europei.

L’incontro è organizzato dal comitato scientifico di ECOS:  Dr. Santo Rullo, Dr.ssa Stefania Cerino, Dr. Stefano Tamorri, Dr.ssa Francesca Cirulli. Sarà presente anche il CT della Nazionale Enrico Zanchini che illustrerà il programma di allenamenti in vista della Dream World Cup Perù 2020.

SOSTIENI LA NAZIONALE

Il progetto che portiamo avanti è molto impegnativo e necessita di notevoli risorse. La nostra è una vera Nazionale, con giocatori provenienti da tutta Italia. Per questo organizzare gli allenamenti, i raduni e le amichevoli è estremamente oneroso.

Ecco perché abbiamo bisogno di ogni contributo, anche il più piccolo, per aiutare i nostri ragazzi a vivere ancora questo sogno e continuare la battaglia culturale contro lo stigma e la discriminazione della malattia mentale. Sostienici!

Share This

Condividi questa Pagina!

Che aspetti? Scegli il tuo Social preferito e condividi questa pagina con i tuoi amici!